Booking
   
   
   
 
Trentino
 

Cima Tombea

DETTAGLI TECNICI

⏰ Tempo di percorrenza: andata e ritorno in circa 6 ore

📈 Dislivello: circa 900 m in salita (dipende da dove si lasciano le macchine)

📆 Periodo consigliato: inizio inverno fino a fine febbraio. Fino al passo Cablone la neve permane fino a primavera essendo esposto a nord; mentre oltre il passo, essendo la quota non elevata ed esposta a sud, la neve non rimane a lungo.

❗ Difficoltà: E, Se si sale in vetta prestare attenzione perché spesso è molto ventata a causa dell’esposizione a sud e la neve può essere gelata

👉 Piana de Fraì (1100 m)
👉 Località Alpo (1500 m)
👉 Passo Cablone (1755 m)
👉 Cima Tombea (1950 m)

PERCORSO

Si sale lungo la Strada Provinciale n. 69 che porta all’abitato di Bondone, oltrepassato il paese si prosegue su strada asfaltata fino a dove la neve lo consente. Generalmente si arriva fino a dove la strada si spiana (Piana de Fraì 1100 m ca.).

Lasciate le macchine lungo la strada si prosegue lungo la stessa ed in circa 45 minuti si raggiunge la località Alpo (1500 m). Arrivati al bivio, si prosegue sulla destra seguendo le indicazioni del sentiero n. 444 in direzione Cima Caplone-Tremalzo.

Dopo circa 700 metri la strada curva decisamente a destra, si prosegue lungo il sentiero che sale ignorando una strada con sbarra che scende a sinistra. Oltrepassato un dosso si incrocia nuovamente la strada, la si percorre fino al suo termine. La strada da carreggiabile diviene strada militare; dopo alcuni tornanti, in circa 40 minuti, si raggiunge il passo Cablone (1755 m). Lasciato il passo, si continua a sinistra lungo la strada carreggiabile che sale dalla Valvestino e che porta, dopo circa 45 minuti di percorso pianeggiante, a Malga Tombea.

Subito dietro la malga si sale seguendo una traccia di strada militare fino a raggiungere la rosa dei venti posta proprio in vetta alla Cima Tombea (1950 m). In alternativa, per raggiungere la vetta, si può salire lungo la cresta partendo poco prima della malga da un passo situato poco sopra la strada, si passa davanti ad una piccola galleria situata quasi in vetta e si prosegue fino alla rosa dei venti ben visibile da lontano.

Per il ritorno si segue la stessa strada della salita.

Richiedi Info