Booking
   
   
   
 
Trentino
 

Fauna ittica

Acque limpide e cristalline in Valle del Chiese

Le principali specie di pesci nei nostri fiumi

Trota Marmorata (Salmo/trutta/marmoratus)

È la più bella e selvatica delle trote che popolano i bacini del fiume Sarca e Chiese, e fino agli anni ’70 era l’incontrastata regina dei fiumi.
È presente lungo tutto il corso principale con popolazioni più o meno consistenti. Vive solo nei fiumi e nei grossi torrenti di fondovalle, poiché preferisce i corsi con grande portata, acque profonde e fondali ricchi di buche e di massi adatti a rifugiarsi.



Trota Fario (Salmo/trutta/trutta)

Originaria della catena alpina e dell’appennino settentrionale è stata introdotta in buona parte delle acque italiane e in Trentino è ben diffusa e comune. È la trota più comune e predilige acque più fresche, tumultuose e di minor portata rispetto alla trota marmorata, spingendosi fino ad alta quota.



Trota Iridea (Oncorhynchus mykiss)

È di origine nord americana e normalmente non è naturalmente presente nel Sarca e nel Chiese. In Italia si è acclimatata solo in poche zone e in Trentino è nota l’esistenza di pochissime popolazioni in grado di riprodursi.



Salmerino di fonte (Salvelinus fontinalis)

Vive nelle acque fredde, limpide e ossigenate di laghi, torrenti e ruscelli di montagna.
La specie si è adattata alla vita in molte sorgenti di acqua fredda e cristallina presenti in Val Rendena, dove a volte è presente con popolazioni molto numerose in grado di riprodursi naturalmente con successo. È inoltre presente in alcuni laghi alpini dove, a volte, a meno che non siano alimentati da sorgenti, non riesce a riprodursi.



Salmerino Alpino (Salvelinus alpinus)

Bellissimo salmonide autoctono è diffuso in numerosi laghi alpini delle Dolomiti. La livrea può presentarsi a seconda del sesso, dell’età, dell’alimentazione e del periodo dell’anno da vivacemente colorata di arancio sul ventre e sulle pinne a completamente grigia.
In Italia è presente solo nei bacini imbriferi dell’Adige, del Brenta e della Sarca. In Trentino sono presenti popolazioni autoctone in meno di una ventina di laghetti alpini.



Cavedano (Leuciscus cephalus)

La popolazione di questo ciprinide è andata progressivamente aumentando di pari passo con l’accumulo di limo e argille nel letto del fiume. Si riproduce nel greto del corso principale in primavera. È una specie gregaria.
Nei fiumi staziona a lungo contro corrente, in attesa del cibo trasportato dall’acqua. Nei laghi invece si sposta in continuazione alla ricerca di cibo.



Pesce Persico (Perca fluvialitis)

Vive sia nei laghi, dai grandi bacini pedemontani ai laghi di montagna, sia nei fiumi con acque profonde e a lento deflusso, prediligendo ambienti ricchi di vegetazione, rocce e ostacoli sommersi.
È presente esclusivamente nel lago di Ponte Pià e nel lago di Idro dove ha trovato un ambiente idoneo e ricco di nutrimento.



Temolo (Thymallus thymallus)

In Trentino è abbastanza diffuso e in forte espansione. Vive preferibilmente nel tratto medio dei fiumi di buona portata, con corrente vivace, acqua fresca e ossigenata e fondo ghiaioso o sabbioso. È dall’inizio degli anni ’90 che questa specie è stata introdotta con esemplari di origine austriaca lungo tutto l’asse del corso di valle dei nostri fiumi. Non è invece presente negli affluenti.



Carpa (Cyprinus carpio)

Importata da secoli dalla Cina, in Trentino è ben diffusa e comune. E‘ presente nel lago di Ponte Pià e in alcune piane nella Sarca a Ponte Arche. Nel lago non sono rari esemplari di taglia notevole maggiore di 5 kg.



Luccio (Esox lucius)

Il luccio è caratterizzato da una testa piuttosto grande rispetto al corpo, di forma allungata e schiacciata. Può raggiungere 1,40 m di lunghezza e superare i 20 kg di peso. La crescita e le dimensioni finali sono piuttosto variabili in relazione all’alimentazione e alla temperatura dell’acqua.
Il luccio ha particolarità singolare di avere più di 600 denti molto affilati sull’esoscheletro, più quelli che ha sulla lingua. La colorazione varia seconda dell’habitat e della colorazione dell’acqua.


Richiedi Info